Home Notizie RESTA IN OSPEDALE A CLES ALESSANDRO CICOLINI AGGREDITO DOMENICA DALL’ORSO IN VAL...

RESTA IN OSPEDALE A CLES ALESSANDRO CICOLINI AGGREDITO DOMENICA DALL’ORSO IN VAL DI RABBI. FUGATTI POSSIBILISTA SULL’ ABBATTIMENTO

632

Resta ricoverato all’ospedale di Cles dove è stato operato al braccio, Alessandro Cicolini, l’uomo di 38 anni, fratello del sindaco di Rabbi, che domenica mattina è stato aggredito da un orso.
Intanto proseguono i sopralluoghi del Corpo forestale all’altezza di malga Mandriole: le unità cinofile hanno individuato il luogo in cui si sono verificati i fatti.
Sulla base degli esiti delle analisi genetiche sui peli raccolti si potrà procedere all’identificazione dell’animale. Giovedì in consiglio provinciale saranno fatte comunicazioni sull’episodio.
Intanto l’Associazione italiana difesa animali e ambiente annuncia l’intenzione di presentare un esposto alla Procura di Trento per fare luce sui fatti. L’Oipa ha scritto al ministro dell’Ambiente Pichetto Fratin, per segnalare presunte inadempienze della Giunta provinciale trentina: viene contestata l’assenza di prevenzione, informazione e formazione in merito alla gestione degli orsi.
L’ultima parola sul destino dell’orso resta a Roma. A Cavalese questa mattina c’era il ministro alle Foreste Francesco Lollobrigida. Il presidente della provincia di Trento Maurizio Fugatti, sentita l’Ispra, è possibilista sull’abbattimento, soluzione non scontata dice se si tratta di un’orsa con i cuccioli, l’uccisione è vietata.