Home Notizie EURAC: DA 40 ANNI MENO NEVE, AUMENTA IL RISCHIO SICCITA’

EURAC: DA 40 ANNI MENO NEVE, AUMENTA IL RISCHIO SICCITA’

248

In 40 anni meno nevicate in Trentino Alto Adige, maggiore il rischio siccità.
La conferma arriva da un gruppo di ricerca di Eurac Research di Bolzano che, in collaborazione con l’Università di Trento, ha raccolto e studiato i dati storici sulle precipitazioni nevose messi a disposizione dalle Province autonome e dall’associazione Meteo Trentino Alto Adige.
I dati più negativi si registrano a inizio e fine stagione; solo nel cuore dell’inverno, tra gennaio e febbraio, e attorno ai 2.000 metri di quota, le nevicate sono stabili. Nei fondovalle la mancanza di neve ha cambiato del tutto la percezione dell’inverno. Ovunque si registra un aumento delle temperature medie, con picchi fino a 3 gradi. Aumento dovuto al cambiamento climatico dicono i ricercatori.
Il bilancio totale delle precipitazioni stagionali in quarant’anni non è negativo: anzi, sono aumentate, ma per lo più sotto forma di pioggia, e questo aspetto è solo parzialmente rassicurante. Infatti, il passaggio da neve a pioggia ha conseguenze negative non solo per le attività sciistiche.
“La neve – spiega Giacomo Bertoldi idrologo di Eurac Research – è fondamentale perché protegge i ghiacciai e il terreno ostacolando l’evaporazione e, sciogliendosi lentamente in primavera, ricostituisce gradualmente le riserve di acqua. Senza neve il rischio siccità è maggiore”, così Bertoldi.