Home Rubriche La rete della salute MORSO DA VIPERA, COSA FARE

MORSO DA VIPERA, COSA FARE

180

Cosa fare dopo essere stati morsi da una vipera? Il tema è tornato di attualità dopo che un bimbo di 6 anni in val di Non è stato morso da uno di questi animali mentre era in campagna con i
genitori. “E’ il primo morso di vipera della stagione, in anticipo rispetto al solito”, ha detto il direttore del Centro antiveleni Aoui Verona, Giorgio Ricci, uno dei dieci centri nazionali
riconosciuti dal ministero della Salute e con pertinenza territoriale su Triveneto e provincia di Brescia. Il siero può dare delle reazioni, anche gravi, per questo è necessario intervenire con tempestività. Il tempo di intervento in caso di morso di vipera è pari a quattro o sei ore. A seconda del grado di complessità i sintomi che compaiono sono gonfiore della parte (più o meno esteso), fino a nausea, vomito e diarrea nelle situazioni più gravi. Il morso è riconoscibile perché saranno visibili sulla pelle due fori distanti circa un centimetro tra loro: sono i segni dei denti veleniferi; in alcune circostanze il foro è uno solo. E’ importante sfilare subito anelli, bracciali, orologi e altri accessori, prima che la zona colpita si gonfi.
Lavare la ferita con acqua corrente e disinfettare se si ha a disposizione acqua ossigenata o permanganato di potassio. Fasciare o comprimere la zona del morso (ma senza ricorrere al laccio emostatico) e recarsi al Pronto soccorso.