Home Rubriche La rete della salute DISTURBI ALIMENTARI, IN TRENTINO SI ABBASSA L’ ETA’ DI ESORDIO, AL DI...

DISTURBI ALIMENTARI, IN TRENTINO SI ABBASSA L’ ETA’ DI ESORDIO, AL DI SOTT0 DEI 12 ANNI

191

Disturbi alimentari, in Trentino i pazienti in carico al Centro di riferimento provinciale sono 450 di cui 177 minori. I ricoveri ospedalieri “salvavita” nel 2022 sono stati 69 in area minori e 5 in area adulti.
“E il periodo Covid e post-Covid ha determinato un aumento della domanda di cura del 30-40%, soprattutto in età adolescenziale” ha detto l’assessora provinciale alla salute Stefania Segnana.
Anche nella nostra provincia si sta abbassando l’età di esordio dei disturbi di tipo anoressico e bulimico anche al di sotto dei 12 anni e sono in aumento i casi maschili.
Nella nostra provincia esiste un Centro di riferimento provinciale, situato in via Esterle, che si occupa della diagnosi e cura dei disturbi alimentari di tipo anoressico e bulimico, con un approccio multidisciplinare integrato. La comunità terapeutica, attualmente internalizzata nel nuovo Centro di via Esterle, è di tipo socio-sanitario in cui la parte sanitaria è gestita dal Centro con valutazioni multidisciplinari a cadenza settimanale, mentre la componente socio educativa e alberghiera è appaltata alla cooperativa sociale Progetto 92. I posti residenziali sono 8 e l’occupazione è a pieno regime.