Home Notizie NUOVO DECRETO DEL TAR SU JJ4, FUGATTI: “SONO SORPRESO, NE PRENDO ATTO”

NUOVO DECRETO DEL TAR SU JJ4, FUGATTI: “SONO SORPRESO, NE PRENDO ATTO”

166

“Prendiamo atto della decisione del Tar, che ha voluto incidere in maniera sostanziale nella sfera di valutazione amministrativa che compete alla Provincia”, sono le parole del presidente della Provincia Maurizio Fugatti nel commentare la decisione del Tar che oggi con un nuovo decreto monocratico ha sospeso l’abbattimento dell’esemplare previsto dall’ultimo decreto firmato dal presidente lo scorso 27 aprile.
“Auspichiamo che le nostre istanze possano essere finalmente accolte in udienza. Non nascondiamo la nostra sorpresa, che è la sorpresa della comunità trentina: attraverso la documentazione fornita al Tar, credevamo di aver superato le perplessità del giudice, ma evidentemente così non è stato”, afferma il presidente.
Slitta dunque al prossimo 25 maggio la decisione del Tribunale amministrativo di Trento in merito alla soppressione dell’orsa JJ4, responsabile della morte del 26enne Andrea Papi.
Nel proprio decreto, il presidente del Tar si esprime anche su questioni relative alla gestione dei grandi carnivori quali l’ampliamento dell’area faunistica del Casteller e la soluzione dei cosiddetti corridoi faunistici per diffondere gli orsi anche nella parte orientale del Trentino. Soluzione che – secondo il Tar – “non risolverebbe, bensì aggraverebbe l’attuale problema determinato dall’incontestabile eccedenza del numero di orsi rispetto alla sostenibilità propria di un contesto ampiamente antropizzato”.
L’Amministrazione provinciale, come richiesto dal Tribunale amministrativo, fornirà entro l’11 maggio a mezzogiorno le relazioni su modalità, costi e misure di sicurezza relative al trasferimento degli orsi problematici DJ3 e M57, attualmente custoditi rispettivamente in Germania e in Ungheria. Ulteriori richieste sono state inoltrate invece al Ministero dell’ambiente.