Home Notizie IL TAR LAZIO RESPINGE IL RICORSO NO-TAV

IL TAR LAZIO RESPINGE IL RICORSO NO-TAV

217

Doccia fredda per i contrari al bypass ferroviario di Trento che si sono visti respingere il loro ricorso dal TAR del Lazio. “Una sentenza monca e preconcetta che conferma la volontà di proseguire in un’opera che non ha alcuna ragion d’essere, un’opera che non tiene conto dei rischi umani ed ambientali cui si sottopone la popolazione trentina”. Così viene commentata dagli avvocati del Sindacato di Base Multicategoriale la sentenza. Respinta la tesi dei ricorrenti secondo cui i lavori avrebbero comportato un danno nella fruizione degli spazi e un pericolo per la salute causato dal passaggio sui terreni inquinati nella zona Nord del capoluogo. Una sentenza che permette a Rete Ferroviaria Italiana e Italferr di proseguire con i lavori nei cantieri. Insieme al Sindacato di Base Multicategoriale hanno presentato ricorso anche 23 cittadini. La mobilitazione continua con le manifestazioni già programmate. La decisione di un possibile ricorso al Consiglio di Stato sarà valutata nelle prossime ore. A carico dei ricorrenti anche le spese di giudizio quantificate in tremila euro. Per l’assessore comunale Facchin il lato positivo è poter agire per bonificare le aree inquinate dopo mezzo secolo di immobilismo.