Home Notizie DI NUOVO IN PIAZZA CONTRO TELECAMERE, GUERRA E OBBLIGHI VACCINALI

DI NUOVO IN PIAZZA CONTRO TELECAMERE, GUERRA E OBBLIGHI VACCINALI

305

A due mesi dall’ultima protesta – il presidio silenzioso coi cartelloni dei presunti morti da vaccino nel giorno del ricordo dei morti covid al giardino San Marco – è tornato in Piazza Uniamoci Trentino, per dire no a tutte le decisioni calate sulle teste dei cittadini senza consultarli: dalle armi inviate a Kiev alle telecamere collegate all’intelligenza artificiale, agli obblighi contenuti nel nuovo Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale per sanitari e insegnanti, a quelli di tamponi e mascherine lasciati dal Ministero alla discrezione dei direttori delle strutture sanitarie a dispetto del termine ufficiale dell’emergenza proclamato anche dall’OMS. Diverse centinaia le firme raccolte per i referendum contro la guerra – è possibile firmare nei proprio comuni e anche online con istruzioni al sito referendumripudialaguerra.it. Dalle scalinate del Nettuno, ha arringato la folla un esponente del comitato Miracolo a Milano, impegnato – come Uniamoci Trentino – a difendere la privacy dei cittadini dall'”invadenza del telecontrollo, che oltre a registrare video e audio, ha accesso anche alla posizione dei telefonini e al controllo di social come twitter e youtube, un Grande Fratello che si insinua in ogni ambito della vita dei cittadini, i cui dati possono finire anche alla mercé di malintenzionati, mentre vendono l’illusione di una sicurezza che non possono offrire, come a Nizza, dove l’attentato avvenne a dispetto della presenza di svariate telecamere per il controllo della passeggiata“.