Home Notizie TACHIGRAFO ALTERATO A TRENTO . SCOPERTO UN DISPOSITIVO ILLEGALE MAI TROVATO

TACHIGRAFO ALTERATO A TRENTO . SCOPERTO UN DISPOSITIVO ILLEGALE MAI TROVATO

288

Un autotrasportatore polacco è stato fermato sulla Provinciale 235 – nella zona dell’Interporto – con a bordo del veicolo un sofisticato congegno elettronico costituito da una chiavetta usb in grado di bloccare e quindi alterare la ricezione del segnale satellitare di navigazione (GNSS) installato nel tachigrafo intelligente: strumento obbligatorio sui veicoli destinati al trasporto di persone o merci sopra le 3 tonnellate e mezzo.
L’attività di controllo stradale, della squadra Pronto intervento infortunistica e viabilità della Polizia locale Trento-Monte Bondone, ha permesso di individuare e sequestrare – per la prima volta in Italia – un nuovo dispositivo di alterazione del tachigrafo intelligente.
Il dispositivo illegale serviva al conducente per falsificare non tanto le proprie ore di guida e riposo, bensì la posizione assoluta del veicolo sfruttando il segnale Gnss per mezzo del ricevitore incorporato all’interno dell’apparecchio.
In pratica, il conducente poteva disattivare le registrazioni mettendo in modalità “riposo” il tachigrafo nonostante il veicolo fosse in movimento. Una vera e propria frode di difficile rilevazione che ogni anno causa incidenti stradali gravissimi oltreché una concorrenza sleale nel mondo dell’autotrasporto.