Home Rubriche Notizie Mochene MUSEO GRUA VA HARDOEMBL, ALLA SCOPERTA DELLA MINIERA

MUSEO GRUA VA HARDOEMBL, ALLA SCOPERTA DELLA MINIERA

236

La miniera di pirite, blenda, calcopirite, galena e oro Grua va Hardömbl, che si apre a 1.700 m. di quota, ha avuto un ruolo importante nell’economia della zona.
Oggi è stata messa in sicurezza e ripristinata, ricostruendone l’ambiente originario.
All’interno sono ben visibili gli scavi effettuati e le diverse tecniche estrattive, così come si sono evolute nel tempo. La miniera si trova nei pressi del sentiero che conduce al Lago di Erdemolo e dista 5 km dal centro di Palù del Fersina.
La Val del Fersina era conosciuta per le sue miniere già nella preistoria ma il periodo di maggior splendore delle attività minerarie fu nel XVI secolo.
Sia gli operai, i canopi, che gli imprenditori erano di origine tedesca e i tributi erano equamente divisi tra i vescovi di Trento e i Conti di Tirolo.
L’esaurirsi dei filoni e la scoperta di altri giacimenti più redditizi, portarono presto a una decadenza delle attività, riprese saltuariamente fino alla cessazione definitiva.

Museo Grua va Hardömbl
E’ stato ricostruito l’ambiente originario della miniera.