Home Notizie SALVINI A PINZOLO: OBIETTIVO SU ORSI ED ELEZIONI

SALVINI A PINZOLO: OBIETTIVO SU ORSI ED ELEZIONI

363

Il vicepremier e leader della Lega, Matteo Salvini, in questi giorni è a Pinzolo per una breve vacanza e per il tradizionale appuntamento organizzato dal Carroccio per stasera.

Nel piazzale davanti alle funivie sarà allestito un maxi tendone dove si svolgerà la festa a partire dalle 19.

A poche settimane dalle elezioni provinciali di ottobre, sul palco salirà anche l’attuale presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, della Lega.

Un incontro interessante anche per capire gli equilibri interni alla coalizione visti da Roma e in particolare il rapporto fra la Lega e Fratelli d’Italia con il partito della premier Meloni che ha aumentato il proprio peso.

Salvini già questa mattina ha incontrato Fugatti, i rappresentanti locali della Lega e una trentina di sindaci: da ministro alle Infrastrutture ha parlato di grandi opere, ma l’attenzione è stata concentrata sul problema della gestione degli orsi.

Altrimenti “rischiamo di chiudere queste valli visto il peso su allevamento e turismo”, è stato detto.

Tutti i sindaci hanno chiesto che la sicurezza sia garantita.

“L’esperimento nato con l’Europa prevedeva qualche decina di grandi carnivori su tutte le Alpi, oggi solo il Trentino conta qualche centinaio di esemplari e purtroppo anche un morto” ha ribadito il ministro che ha sottolineato come della questione dovranno occuparsene in primis Trentino e Alto Adige. Da autonomisti è giusto che Trento e Bolzano decidano autonomamente.

Il ministro ha detto che porterà la questione all’attenzione del consiglio dei ministri della prossima settimana.

Sulle elezioni e la ricandidatura di Fugatti “squadra che vince non si cambia” ha dichiarato Salvini, che prevede un risultato straordinario per il partito del Carroccio.

Sulla corsa dell’ex leghista Divina, Salvini è stato piuttosto freddo e ha detto: “Decidano i trentini, Fugatti farà un risultato abbondantemente sopra il 50%”.

Sulla circonvallazione ferroviaria Salvini ha parlato di un’ opera indispensabile: avviata quella di Trento, su Rovereto i tempi però non sono ancora chiari.

Sulla Valdastico il ministro ha affermato che serve prima un chiaro accordo tra Veneto e Trentino