Home Notizie TRAGEDIA DELLA MARMOLADA, IL PROFESSOR BELLIN:”NESSUN SEGNO PREMONITORE DEL CROLLO”

TRAGEDIA DELLA MARMOLADA, IL PROFESSOR BELLIN:”NESSUN SEGNO PREMONITORE DEL CROLLO”

117

“Il crollo del ghiacciaio sulla Marmolada? Imprevedibile. Nei giorni precedenti nessun segno premonitore. Ma chi frequenta la montagna prenda coscienza dei cambiamenti climatici ed agisca con cautela”.
La raccomandazione arriva dal professor Alberto Bellin dell’Università di Trento, consulente per la Procura dopo la tragedia del 3 luglio 2022.
Ne ha parlato per la prima volta in pubblico nell’ambito del convegno internazionale dedicato al rischio alluvionale, inserito nel programma della Settimana della Protezione civile.
“La resistenza del ghiaccio sul fondo roccioso – ha spiegato il professor Bellin – è diminuita per la presenza d’acqua dovuta all’innalzamento della temperatura durante il periodo estivo. Questo ha fatto sì che
gli sforzi tangenziali lungo le superfici di frattura del ghiaccio siano aumentati fino alla soglia di rottura”.
Secondo l’accademico, i cambiamenti climatici in atto sono talmente veloci da comportare “una situazione in continua evoluzione”, rendendo l’esperienza meno utile “per far fronte a
eventi futuri”. “Ci vuole sempre cautela nel frequentare luoghi in cui le persone sono più esposte perché a contatto diretto con la natura”, ha concluso Bellin.