Home Notizie MALTEMPO: LA SITUAZIONE STA TORNANDO ALLA NORMALITA’ MA SI TEME LA PROSSIMA...

MALTEMPO: LA SITUAZIONE STA TORNANDO ALLA NORMALITA’ MA SI TEME LA PROSSIMA ONDATA

187

Oggi è attesa una tregua sul fronte delle piogge ma già domani è previsto un nuovo peggioramento delle condizioni meteo.
Intanto in Trentino si fa la conta dei danni che sono ingenti.
Smottamenti, allagamenti, fiumi e torrenti esondati, strade interrotte e persone che sono state evacuate.
Per allegerire l’ondata di piena del fiume Adige sulla città di Verona ieri è stata aperta per 4 ore la galleria Adige – Garda, come avvenne nel 2018 durante i giorni della tempesta Vaia.
L’Adige resta sorvegliato speciale, ma a preoccupare sono principalmente i torrenti.
A Pieve di Ledro è esondato il torrente Massanglia, all’altezza del ponte romano, molti gli edifici che sono stati allagati. In tutto il comune di Ledro vige l’ordinanza di bollitura dell’acqua per uso alimentare, stessa precauzione a Vallelaghi.
Ad Arco hanno retto gli argini del fiume Sarca ma il rio Salone ha inondato la località Pratosaiano, per salvare una casa è stato parzialmente distrutto un ponte.
Sul fronte della viabilità sono state riaperte la strada della Maza e anche la Gardesana Orientale interessata da una frana.
Situazione critica anche a Storo dove il torrente Lorina ha rotto gli argini e ha divelto il tubo di alimentazione della centrale idroelettrica che resta fuori uso.
Tanti, gli smottamenti, un po’ ovunque, che ieri hanno obbligato a chiudere temporaneamente strade in un po’ tutte le valli del Trentino.
Dopo 48 ore di lavoro, quasi tutte le strade risultano aperte.
E’ stata ripristinata la circolazione ferroviaria sulla linea Trento-Malé e sulla Valsugana.
Passata questa prima intensa ondata di maltempo già si guarda con preoccupazione a giovedì e venerdì quando è attesa una nuova perturbazione.