Home Notizie TRENTO, PORTE CHIUSE DEI NEGOZI CONTRO LO SPRECO DI ENERGIA

TRENTO, PORTE CHIUSE DEI NEGOZI CONTRO LO SPRECO DI ENERGIA

105

A partire da oggi a Trento per gli esercizi commerciali c’è l’obbligo di mantenere chiuse le porte di accesso al pubblico che si affacciano sull’esterno quando è in funzione il riscaldamento.
La disposizione è frutto di un’ ordinanza firmata dal sindaco Ianeselli e prevede sanzioni che vanno da 89 a 538 euro.
Naturalmente viene consentita l’entrata e l’uscita dei clienti e quella per le operazioni funzionali dell’esercizio commerciale.
L’ordinanza non vale per i negozi che non si affacciano sull’esterno, come, ad esempio, quelli presenti all’interno di centri commerciali e quelli dotati di impianto per evitare dispersioni termiche.
Il provvedimento punta ad evitare gli sprechi energetici e a limitare l’inquinamento.
Un’analoga ordinanza era stata emessa, in tempi di caro energia, lo scorso gennaio e in estate quando invece del riscaldamento sono accesi i condizionatori.
La delibera sarà in vigore fino al prossimo 31 marzo.