Home Notizie CASO PEDRI, RICHIESTA DI RITO ABBREVIATO PER L’EX PRIMARIO E LA VICE

CASO PEDRI, RICHIESTA DI RITO ABBREVIATO PER L’EX PRIMARIO E LA VICE

93

E’ tornato in aula il caso di Sara Pedri, la giovane ginecologa di Forlì scomparsa a Cles il 4 marzo 2021.

Presentata la richiesta di rito abbreviato dagli avvocati dell’ex primario di ginecologia del Santa Chiara di Trento, Saverio Tateo e la ex vice Liliana Mereu, indagati per maltrattamenti in concorso e in continuazione nel caso Sara Pedri.

La difesa ha, inoltre, depositato un fascicolo con nuovi elementi: una perizia psichiatrica della ginecologa.

Secondo gli avvocati, sarebbe emerso che il malessere di cui soffriva la ginecologa non sarebbe riconducibile all’ambiente del reparto dell’ospedale di Trento.
36 mila pagine di pdf di perizia basata sul contenuto di messaggi vocali, messaggi sui social e altri file contenuti nel pc di Sara.

Il Gup ha inoltre accolto la richiesta della madre di Sara Pedri di costituirsi parte civile.

Intanto Mereu e Tateo saranno chiamati a comparire rispettivamente i prossimi 18 marzo e 19 aprile di fronte al Giudice dell’udienza preliminare.