Home Notizie “ESTENDERE I SIN PER LA CIRCONVALLAZIONE”

“ESTENDERE I SIN PER LA CIRCONVALLAZIONE”

123

L’inquinamento a Trento nord va ben oltre ex Sloi e Carbochimica, secondo i No Tav del Trentino, i quali per questo chiedono l’estensione dei Sin da piazza Centa fino appunto alle aree destinate al passaggio della nuova circonvallazione ferroviaria di Trento.

Una circonvallazione che i no Tav non vogliono, insistendo invece sulla necessità di una bonifica integrale dei siti inquinati e che sia condotta in maniera unitaria e non spezzettata come invece sarebbe previsto il piano della grande opera.

L’estensione delle aree soggette a inquinamento, spiegano i No Tav, si evince dall’analisi di quei dati che, in tempi diversi, vengono diffusi in un contesto di generale riservatezza informativa, dati che si evincono dal piano provinciale delle acque e da recenti sondaggi che hanno trovato tracce di inquinanti fino allo scalo Filzi.