Home Notizie LUCIA COVA MORTA IN MESSICO IL GIORNO DEL SUO COMPLEANNO

LUCIA COVA MORTA IN MESSICO IL GIORNO DEL SUO COMPLEANNO

661

Una improvvisa caduta, nella piazza di Valladolid, la lunga attesa di un’ambulanza, la corsa prima in un ospedale non attrezzato, poi in un altro, infine la morte cerebrale. Un dramma terribile, quello che ha colpito Lucia Cova, 71enne originaria di Tuenno, ex coordinatrice pedagogica delle scuole dell’infanzia provinciali delle valli di Non e Sole, in vacanza col compagno – il dentista di Malè Bruno Soave – e due amici in Messico. Una vacanza speciale, un mese alla scoperta del paese, per festeggiare il pensionamento di Bruno e il compleanno di Lucia – il 31 gennaio. Proprio il giorno nel quale la gioia si è tramutata in incubo. Attorno alle 18 – ora locale – nella cittadina del Messico meridionale, Lucia all’improvviso è caduta a terra, mentre affrontava due gradini. Una caduta violentissima, che ha impressionato i presenti. Inizialmente la donna sembrava rispondere, ma poco dopo ha perso coscienza, mentre disperatamente si attendeva l’arrivo di una ambulanza. Quando finalmente Lucia è arrivata all’ospedale di Valladolid, un’altra doccia fredda: la struttura della “perla dello Yucatan” non disponeva di una Tac. Di qui, un altro complicato trasferimento nella capitale, Merida, in una clinica privata, dove la donna è arrivata ormai in condizioni disperate. E’ qui che è stata dichiarata la morte cerebrale. Il figlio Marco è subito partito per il Messico, mentre il cordoglio dilagava a Malè, tra amici e famigliari, ma anche tra le le tante colleghe incontrate da Lucia Cova negli anni di lavoro per le scuole dell’infanzia e nel gruppo di lettura della biblioteca, che la donna – appassionata di lettura – frequentava attivamente, dedicandosi anche alla scrittura di racconti. Un anno fa, era anche uscito un libro con la sua collaborazione, “la vecchina con la marionetta”.