Home Notizie G7, ECCO TUTTE LE LIMITAZIONI AL TRAFFICO

G7, ECCO TUTTE LE LIMITAZIONI AL TRAFFICO

160

Trento si prepara all’incontro dei ministri del G7, che venerdì 15 marzo si confronteranno sull’intelligenza artificiale.
Sedi del vertice saranno palazzo Geremia, palazzo Thun e la sede della Provincia di piazza Dante.

Sono previste alcune limitazioni alla circolazione e alcune deviazioni che interesseranno sia la tangenziale sia le vie del centro storico. In un’area ristretta del centro città saranno rimossi anche i plateatici e vietata la sosta e, nel momento clou della manifestazione, pure il transito pedonale potrà subire alcune limitazioni.

A chi, venerdì 15 marzo, avesse la necessità di raggiungere Trento in auto, il consiglio della polizia locale è quello di arrivare entro le 8, in modo da non incappare nelle limitazioni al traffico. In alternativa, si suggerisce di privilegiare l’uso dei mezzi pubblici.

Nei momenti clou dell’evento saranno chiuse alcune uscite della tangenziale. Saranno vietati l’accesso e la sosta nella zona del centro storico intorno a via Belenzani (da piazza Duomo a via Romagnosi). Nella fascia oraria di arrivo e partenza delle delegazioni sono previste restrizioni al transito pedonale. Per informazioni sulla viabilità da lunedì si potrà chiamare il numero dedicato della polizia locale 0461 889400 o scrivere a poliziam.serviziesterni@comune.trento.it.

Ecco in dettaglio i provvedimenti

Fase preparatoria degli eventi (dalle 22 di giovedì 14 alle 19 di venerdì 15 marzo).

In questa fase sarà delimitato lo spazio in cui si svolgeranno i diversi incontri del G7. Si tratta dell’area compresa nel perimetro delimitato da via Romagnosi, via Dogana, piazza Dante, via Pozzo, via Orfane, via Cavour, piazza Duomo, via Garibaldi, via Oss Mazzurana e via Alfieri. In questa parte di città è prevista la rimozione dei cantieri edili (già dal 13 marzo ne saranno tolti quattro, tre privati e uno comunale) e dei plateatici (dalle ore 15 del 14 marzo).

Sarà vietata la sosta (dalle ore 22 del 14 marzo) in via Alfieri, via Belenzani, piazza Duomo, via Cavour, via Orfane, via Roma, piazza Portela, piazza Santa Maria, via Pozzo, piazza Pasi, via Manci, via San Pietro, piazza Battisti, via Oriola, via Oss Mazzurana, via Orne, via Diaz, piazza Lodron, via Garibaldi, via Verdi, via Torre Vanga, via Torre Verde, via Gazzoletti, via Vannetti, via Romagnosi, piazza Dante. Il divieto di sosta riguarda i veicoli non autorizzati e non appartenenti a soggetti coinvolti nell’organizzazione. All’interno della zona sarà vietata la sosta anche ai residenti, per i quali si sta valutando l’utilizzo di aree di parcheggio alternativo. È consentito l’accesso ai veicoli che devono rifornire gli esercizi commerciali e i pubblici esercizi (solo dalle ore 3 alle 5.30 del 15 marzo). Tutti gli accessi saranno presidiati nell’arco delle 24 ore da personale qualificato. Nella zona non saranno consentite occupazioni di suolo pubblico (ad eccezione degli spazi concessi all’Organizzazione) né ampliamenti di quelle esistenti.

Seconda fase: arrivo delle delegazioni (dalle 8.15 alle 10 di venerdì 15 marzo).

In questa fase sono previsti divieti di circolazione e deviazioni su alcune strade.
Il transito sarà limitato sulla tangenziale (statale 12) per i veicoli provenienti da Sud con deviazione del traffico sulla via Nazionale a Mattarello e per i veicoli provenienti da Nord con deviazione del traffico sulla via di Sanseverino (uscita 4). Sarà inoltre del tutto vietato il transito veicolare sulla statale 12 in direzione Nord dalla rotatoria di via Marinai D’Italia fino all’uscita 6 (Piedicastello). Sempre nell’orario indicato, in città è previsto il divieto di transito in via Druso, ponte San Giorgio, via Fratelli Fontana, via Segantini, via Vannetti, piazza Dante, via Dogana, via Pozzo, via Torre Vanga da (Pozzo a via Alfieri), via Torre Verde (fino a via Gazzoletti), via Romagnosi (da via Petrarca a via Segantini). Il transito del traffico ordinario viene deviato sulle vie limitrofe ed esterne all’area.

Terza fase: evento in corso.
In questa fase è confermato il divieto di sosta e fermata fino alle 19 di venerdì 15 marzo sulle vie precedentemente indicate (via Alfieri, via Belenzani, piazza Duomo, via Cavour, via Orfane, via Roma, piazza Portela, piazza Santa Maria, via Pozzo, piazza Pasi, via Manci, via San Pietro, piazza Battisti, via Oriola, via Oss Mazzurana, via Orne, via Diaz, piazza Lodron, via Garibaldi, via Verdi, via Torre Vanga, via Torre Verde, via Gazzoletti, via Vannetti, via Romagnosi, piazza Dante).

Sarà vietato il transito dalle ore 5.30 alle 19 di venerdì 15 marzo in via Alfieri, via Belenzani, piazza Duomo, via Cavour, via Orfane, via Roma, piazza Portela, piazza Santa Maria, via Pozzo, piazza Pasi. L’accesso pedonale è consentito con restrizioni in via Belenzani. Sarà vietato il transito anche pedonale durante le fasi di arrivo e partenza delle delegazioni in via Alfieri, via Belenzani, via Cavour, via Orfane, via Pozzo, via Dogana, piazza Dante. Nelle restanti zone del centro storico l’accesso pedonale è consentito.

Quarta fase: partenza delle delegazioni.

In questa fase sono previsti deviazioni e divieti di circolazione su alcune vie per garantire la partenza delle delegazioni. A partire dalle 16 e fino alle ore 18 circa di venerdì 15 marzo sarà vietato il transito veicolare in via Romagnosi, via Vannetti, via Fontana, ponte San Giorgio, via Druso, via Berlino. Inoltre saranno chiusi gli accessi 6 e 6 A della tangenziale in direzione Sud, il 6 in direzione Nord.
È sempre garantito l’accesso pedonale alla stazione ferroviaria, alla Trento Malè e alla stazione delle autocorriere. Saranno spostati i capolinea del trasporto pubblico urbano da via Dogana (stazione ferroviaria) a via Segantini e da piazza Dante (Regione) e via Gazzoletti a via Torre verde
I taxi faranno servizio dalla stazione ferroviaria con percorsi alternativi e deviazioni.

A partire da lunedì 11 marzo dalle 8 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 18.30 è attivo il numero dedicato della polizia locale 0461 889400 per informazioni sulla viabilità. Sempre da lunedì 11 marzo è possibile inviare richieste di informazioni all’indirizzo di posta elettronica poliziam.serviziesterni@comune.trento.it