Home Notizie PRIVATIZZAZIONE POSTE, A RISCHIO IL SERVIZIO IN TRENTINO

PRIVATIZZAZIONE POSTE, A RISCHIO IL SERVIZIO IN TRENTINO

119

“A rischio i posti di lavoro e il servizio sul territorio”.
E’ l’allarme dei sindacati trentini contro la privatizzazione anche in più fasi di Poste Italiane.
Oggi il Ministero dell’Economia detiene il 29,6% del capitale sociale; il 35% è in mano a Cassa depositi e prestiti e il 35,4% è di privati.
Dal 2012 nel settore delle poste sono andati persi circa 400 posti di lavoro in Trentino – denunciano i sindacati con una riduzione superiore superiore al 30%.
Alla fine del percorso di privatizzazione la presenza pubblica sarebbe limitata comportando la chiusura di uffici postali – avvertono i sindacati - con un calo della presenza del personale nei luoghi più ameni e a un taglio del servizio universale.
Le tre sigle puntano il dito contro il rischio che il risparmio dei cittadini gestito oggi da Poste finisca nelle mani della speculazione privata.