Home Notizie TRENTO, I MONOPATTINI SARANNO DIMEZZATI

TRENTO, I MONOPATTINI SARANNO DIMEZZATI

61

Sono oltre 888 mila i chilometri percorsi in monopattino dal 2022, con un boom di adesioni dalla primavera all’autunno.
Dimezzati, dal 31 marzo, i 400 mezzi a disposizione dei cittadini per la rinuncia della società Bit Mobility.
215 invece le sanzioni emesse dalla polizia locale nel corso del 2023, soprattutto in centro storico e a Gardolo.
Dei 400 mezzi attualmente a disposizione, 200 sono della società Bit Mobility, altrettanti quelli gestiti da Vento Mobility. Bit Mobility ha comunicato all’Amministrazione comunale la decisione di rinunciare al servizio prima della naturale scadenza del contratto (31 agosto 2024).
Una rinuncia imposta in parte dall’incertezza normativa, con particolare riferimento alla probabile introduzione dell’obbligo di casco. La società attribuisce inoltre la scarsa redditività del servizio a Trento alla sproporzione tra numero di operatori e utilizzo del servizio.
La rinuncia, contrattualmente ammessa, non comporta penalità per la società.
Il servizio di monopattini in sharing a flusso libero è attivo a Trento dalla fine di novembre 2020. La relativa convenzione, avviata il primo settembre 2022, si concluderà il 31 agosto 2024 con possibilità di proroga per due volte per due anni.
Dal gennaio 2022, l’orario del servizio è stato portato da 6-22 alle 24 ore.
Il numero di monopattini in esercizio (disponibili per l’utenza) è variato nel corso del tempo sempre tenendosi al di sotto di 500 veicoli.
L’area aperta circolazione, cambiata per motivi di sicurezza, comprende la zona dall’Avisio alla rotatoria su via San Vincenzo (esclusa) ed esclude Ravina, Romagnano e Mattarello.
Incrementate a 40 le aree di sosta a tariffa agevolata, con la possibilità di sconti o bonus economici per l’utenza.