Home Notizie PREVENZIONE ALCOLOGICA, NON ESISTE UN CONSUMO DI ALCOL A RISCHIO ZERO

PREVENZIONE ALCOLOGICA, NON ESISTE UN CONSUMO DI ALCOL A RISCHIO ZERO

98

Aprile è il mese della prevenzione alcologica: in tutta la provincia di Trento fino a martedì 23 negli ospedali vengono allestiti stand informativi per diffondere stili di vita sani.
Un terzo dei trentini tra i 18 e i 69 anni, ossia oltre 120 mila persone, beve almeno uno o due bicchieri al giorno di alcolici, comportamento considerato a rischio dall’Oms.
Si tratta di una percentuale che è quasi il doppio rispetto alla media italiana.
Ogni anno sono circa 300 le persone o le famiglie che si rivolgono ai centri alcologici.
Il rischio zero si ha soltanto con zero alcool.
Anche in piccole quantità, l’alcool è inserito nella classe 1, la più alta, delle sostanze cancerogene, correlato a 60 diagnosi diverse.
“Serve un cambiamento culturale in un contesto in cui è più facile bere che non farlo”, commenta Katia Guerriero, responsabile del servizio alcologia dell’Azienda sanitaria.