Home Notizie ACQUASPACE DI ROVERETO ASSOLTA, NESSUN ILLECITO DI RIFIUTI

ACQUASPACE DI ROVERETO ASSOLTA, NESSUN ILLECITO DI RIFIUTI

115

Non ci fu illecito di rifiuti.
Via i sigilli dal depuratore dell’Aquaspace di Rovereto.
La sentenza di primo grado assolve l’azienda e il direttore dello stabilimento Tiziano Battistini.
Soddisfatto patron Giulio Bonazzi, che a seguito del caso si era dimesso dalla presidenza di Confindustria.
A processo si è arrivati dopo una lunga inchiesta passata nelle mani della Direzione distrettuale antimafia proprio perché tra le ipotesi di reato c’era quella di traffico illecito di rifiuti.
Acquaspace gestiva fino a 162mila tonnellate l’anno di liquidi, di cui 63mila pericolosi.
I pm avevano chiesto il rinvio a giudizio, ma il giudice ha assolto con formula piena.
Le motivazioni della sentenza saranno rese note solo tra tre mesi.
Ora lo stabilimento dovrà essere ammodernato per ripartire.