Home Rubriche Notizie Cimbre LINGUE DI MINORANZA, UN CORSO PER APPRENDERLE E INSEGNARLE

LINGUE DI MINORANZA, UN CORSO PER APPRENDERLE E INSEGNARLE

35

Al via dal 4 maggio il corso avanzato gratuito dedicato alle lingue minoritarie germaniche, tra cui anche mòcheno e cimbro, promosso dal Dipartimento di lettere e filosofia dell’Università di Trento, con il sostegno del Servizio minoranze linguistiche e relazioni esterne della Provincia autonoma di Trento. La formazione riguarda anche mòcheno e cimbro.

Il corso è gratuito e le domande di partecipazione potranno essere presentate online entro il 28 aprile 2024, accedendo al modulo disponibile al link: www.unitn.it/corso_lingue_minoritarie

La partecipazione al corso è possibile in qualità di studente o di uditore, previa una selezione delle domande nella quale saranno valutati i requisiti degli aspiranti che prevedono il possesso di un titolo di studio universitario o l’aver maturato esperienze professionali riconosciute e ritenute congrue agli scopi del corso. Chi decide di partecipare in qualità di uditori o uditrice, potrà farlo anche in difetto dei requisiti previsti.

Il cimbro e il mòcheno, come anche il ladino, appartengono a un gruppo di lingue che l’Unesco definisce “in pericolo” in base ad alcuni parametri di riferimento quali il numero dei parlanti e i contesti in cui vengono ancora utilizzate.

Vengono comunemente definite “minoritarie”, per un rapporto di valore numerico rispetto alla lingua maggiormente diffusa in un Paese o in una regione, ma di ‘minore’ queste lingue non hanno
nulla: possiedono, infatti, una loro storia, una specifica struttura linguistica e dietro a ciascuna di esse si cela un vero e proprio mondo fatto di cultura, tradizioni e senso di appartenenza, come accade per qualsiasi altra lingua maggiormente diffusa.

Per il Trentino le lingue di minoranza rappresentano, inoltre, una delle ragioni fondanti dell’Autonomia speciale e questo è un ulteriore motivo per considerarle un prezioso e imprescindibile patrimonio immateriale da custodire e valorizzare.

Da anni la Provincia di Trento sostiene i progetti di alta formazione, rivolti in particolare a docenti e aspiranti tali, che avranno il compito di trasmettere competenze linguistiche e culturali alle nuove generazioni nei territori di insediamento del cimbro, del ladino e del mòcheno ma anche a nuovi parlanti che abbiano desiderio di avvicinarsi a queste comunità.

Il percorso formativo promosso dall’Ateneo trentino si svolgerà in parte in presenza a Palazzo Prodi, in via Tommaso Gar, 14 e in parte online, a partire da sabato 4 maggio. Al termine delle lezioni sarà rilasciato un attestato di partecipazione per chi avrà superato le prove di verifica delle attività previste.