Home Notizie VOLLEY: ITAS, UNA SERATA DA DIMENTICARE (IN FRETTA)

VOLLEY: ITAS, UNA SERATA DA DIMENTICARE (IN FRETTA)

97

Sconfitta tra le mura amiche, un terzo set da incubo e la serie che volge in favore di Milano. Serata da dimenticare (possibilmente in fretta) per un’Itas Trentino che in gara-3 della serie play off 3° posto ha messo in campo l’ombra di se stessa, facendo da sparring partner ad un’Allianz non più forte, ma più fresca (soprattutto mentalmente) e più determinata. Ancora priva di Lavia, la squadra di Soli pur non dando il meglio ha perso di poche lunghezze sia il primo che il secondo set (23-25; 22-25). È nel terzo che la luce si è spenta nella metà campo trentina, presa a pallonate dalle battute di Porro e Ishiwawa che hanno messo all’angolo la ricezione gialloblu, impedendo qualsiasi reazione. Ultimi ad alzare bandiera bianca, Kozamernic (4 block) e Rychlicki, l’unico in doppia cifra (10) assieme a Magalini che ha però faticato tantissimo in ricezione, preso di mira dai battitori lombardi e sostituito sul finale da Cavuto. 14-25 il risultato di un terzo set in cui i giocatori trentini sono sembrati “sulle gambe”, scarichi sotto ogni punto di vista, a partire da un Michieletto irriconoscibile. Sabato gara-4 a Milano (ore 20:30) sarà l’ultima occasione per rientrare in corsa. Servirà un’impresa all’Allianz Arena per strappare di mano agli avversari quel posto in Champions League per la prossima stagione che Milano non ha mai raggiunto nella sua storia ed ha iniziato ad accarezzare. Facile prevedere che la squadra di Piazza farà possibile e impossibile per regalare al proprio pubblico il sogno della massima competizione europea. Obiettivo di Trento, viceversa, allungare la serie e tornare alla ilTquotidiano arena il 30 aprile a giocarsi il tutto per tutto nel quinto e ultimo match, fosse anche solo per non lasciare alla Curva Gislimberti (che comunque ha applaudito i giocatori a fine match) il brutto ricordo di una disfatta in quello che potrebbe essere stato l’ultimo match casalingo di una stagione che prometteva tutt’altro epilogo dopo una regular season dominata. Di certo, ci sono da ritrovare convinzione, motivazione e intenzione, per non arrivare scarichi a quel 5 maggio quando ad Antalya si giocherà per l’ultimo trofeo stagionale, la Champions League.
Il tabellino:
Itas Trentino-Allianz Milano 0-3 (22-25, 23-25, 14-25)
ITAS TRENTINO: Podrascanin 1, Sbertoli 1, Michieletto 9, Kozamernik 8, Rychlicki 10, Magalini 10, Laurenzano (L); Acquarone, Pace, Nelli 1, D’Heer 1, Cavuto 2. N.e. Berger e Garcia. All. Fabio Soli.
ALLIANZ MILANO: Vitelli 3, Porro 5, Ishikawa 18, Loser 10, Reggers 11, Mergarejo Hernandez 14, Catania (L); Kaziyski, Zonta, Dirlic 1. N.e. Starace, Innocenzi, Piano e Colombo. All. Roberto Piazza.
DURATA SET: 28’, 27’, 24’; tot 1h e 19’.
NOTE: 2.629 spettatori, per un incasso di 20.532 euro. Itas Trentino: 8 muri, 3 ace, 10 errori in battuta, 3 errori azione, 42% in attacco, 34% (13%) in ricezione. Allianz: 10 muri, 7 ace, 13 errori in battuta, 3 errori azione, 49% in attacco, 46% (8%) in ricezione. Mvp Ishikawa.