Home Notizie MINORI NON ACCOMPAGNATI A TRENTO, PRIMA NOTTE NEI CONTAINER

MINORI NON ACCOMPAGNATI A TRENTO, PRIMA NOTTE NEI CONTAINER

119

Prima notte in container per i minorenni stranieri non accompagnati allontanati da San Vito di Pergine dopo le proteste dei residenti che hanno denunciato mesi di convivenza complicata, esasperata negli ultimi giorni.

Sono ospitati nei moduli accanto alla Motorizzazione a Piedicastello allestiti per l’emergenza freddo, sistemazione che dovrebbe essere provvisoria.

Per alcuni si tratta di un ritorno a Trento: in un primo momento erano accolti in container alla Residenza Fersina.

Una non soluzione secondo il sindaco del capoluogo Franco Ianeselli che ricorda la maxi rissa dello scorso 29 dicembre e denuncia la mancanza di un reale progetto d’integrazione che la Provincia, senza entrare nel dettaglio, ha promesso.

Secondo il tribunale per i minorenni, i minori stranieri non accompagnati in Trentino sono un centinaio.

Alcuni da metà gennaio sono ospitati nella struttura di via Caduti a Pergine gestita da Appm.

“Il controllo non manca ma servono anche misure sociali per garantire l’inserimento sul nostro territorio”. A dirlo il prefetto di Trento Filippo Santarelli, a margine della conferenza stampa di fine mandato.