Home Notizie LA RIQUALIFICAZIONE DEL RIFUGIO GRAFFER A CAMPOMARZIO

LA RIQUALIFICAZIONE DEL RIFUGIO GRAFFER A CAMPOMARZIO

108

Ecco come sarà il nuovo Rifugio Graffer al Grostè.
E’ lo studio Campomarzio il vincitore del bando di progettazione indetto dalla Sat, cui hanno partecipato ben 93 elaborati.
L’edificio riassumerà la spiccata verticalità, che caratterizzava la struttura originaria, con l’eliminazione di alcune parti esterne di più recente costruzione.
L’obiettivo è quello di mettere in connessione il vecchio con il nuovo, ponendo attenzione alla tessitura dei materiali e alle trame dei rivestimenti lapidei.
Fondamentale sarà l’ottimizzazione funzionale del piano terra, per migliorare la collocazione del punto vendita e dei servizi accessibili dall’esterno.
La giuria, costituita dal presidente Carlo Calderan e dai commissari Emiliano Leoni e Alessio Trentini, ha valutato positivamente la misura e la sostenibilità economica del progetto, oltre alla potenza evocativa dell’architettura proposta.
La struttura originaria, risalente agli anni ’40, fu demolita negli anni ’80 e sostituita da un’architettura considerata dagli architetti fuori contesto all’interno del comprensorio sciistico di Madonna di Campiglio.