Home Notizie BANCA D’ITALIA, FRENA LA CRESCITA IN TRENTINO E ALTO ADIGE

BANCA D’ITALIA, FRENA LA CRESCITA IN TRENTINO E ALTO ADIGE

70

Frena la crescita economica a Trento e Bolzano. Nel 2023 la crescita annuale del Pil è stata di poco superiore all’1%. A dirlo il Rapporto presentato oggi da Banca d’Italia.

Il rallentamento è dovuto alla contrazione della domanda interna, dovuta all’inflazione, e al calo della domanda estera, condizionata dalle difficoltà dell’economia tedesca.

Calano i fatturati delle imprese, rallentano le esportazioni. Bene il comparto delle costruzioni, che beneficia ancora degli incentivi fiscali.

Dal rapporto emerge che le aziende non investono: cala il credito alle imprese, che ha fatto segnare un -8% a Trento e un -5,3% a Bolzano.

Se il mercato del lavoro è sostanzialmente stabile, con un tasso di disoccupazione al 3,8% in Trentino e al 2% in Alto Adige, calano il potere d’acquisto e i consumi delle famiglie. Diminuiscono anche i prestiti, con i mutui che si sono ridotti di quasi un terzo rispetto al 2022.