Home Rubriche La rete della salute AL SANTA CHIARA DI TRENTO UNA NUOVA AREA SEMI-INTENSIVA CON 12 POSTI...

AL SANTA CHIARA DI TRENTO UNA NUOVA AREA SEMI-INTENSIVA CON 12 POSTI LETTO

62

L’ospedale Santa Chiara di Trento ha una nuova area di terapia semi-intensiva con 12 posti letto destinati ai pazienti con patologie acute e instabilità clinica ma che non necessitano di ricovero in terapia intensiva.

Dopo due anni e mezzo di lavori, iniziati ad ottobre 2022, il reparto è oggi operativo, sito al sesto piano del blocco C.

Un intervento che rientra nel Piano di riorganizzazione della rete ospedaliera attuato dallo Stato appunto, a seguito della pandemia da Covid19 e dal valore complessivo finale di 2milioni e 830mila euro, attrezzature di medicina ad alta intensità comprese.

Tutti i posti letto dell’area ad alta intensità hanno una dotazione tecnica e tecnologica che consente di utilizzarli anche come posti di terapia intensiva. Tre posti letto sono utilizzabili anche per l’emodialisi.

«La medicina interna ad alta intensità – ha sottolineato il direttore dell’ospedale, Michele Sommavilla – è un riferimento aziendale nel trattamento dei malati più critici e complessi, grazie a risorse tecnologiche di alto livello, grazie alla
multidisciplinarietà dell’équipe medica e alla competenza del personale infermieristico e degli operatori socio sanitari”.

“L’inaugurazione di questo reparto – ha detto Tonina – rappresenta l’ennesima dimostrazione della qualità della medicina in Trentino, una medicina che si basa sull’investimento in strutture e attrezzature ma soprattutto sull’alta professionalità degli operatori e, elemento fondamentale quando ci si rapporta con persone ad alta fragilità, sull’umanità”.

(Foto Ufficio Comunicazione APSS)