Home Rubriche Notizie Ladine TRENO DELL’AVISIO, PROVINCIA DI TRENTO E RFI STUDIANO LA FATTIBILITA’

TRENO DELL’AVISIO, PROVINCIA DI TRENTO E RFI STUDIANO LA FATTIBILITA’

72

La fattibilità tecnico economica di un nuovo collegamento ferroviario tra Trento e Canazei, il cosiddetto “Treno dell’Avisio”, sarà al centro dello studio che verrà svolto da Rete Ferroviaria Italiana in collaborazione con la Provincia autonoma di Trento. A prevederlo è lo schema di convenzione tra i due soggetti approvato dalla Giunta, attraverso una delibera proposta del presidente della Provincia Maurizio Fugatti, per la successiva firma delle parti.

“Anche con questa nuova intesa l’esecutivo si dimostra attento alle istanze del territorio, predisponendo l’avvio alla fase di valutazione e approfondimento tecnico circa la possibilità di realizzare un’opera che ha potenzialità di carattere strategico e potrebbe portare benefici in diversi ambiti – queste le parole del presidente Fugatti -. Ad esempio la mobilità e il turismo sostenibile, un migliore collegamento tra le valli e il capoluogo a favore di residenti, visitatori, oltre alla decongestione di un asse di viabilità altamente trafficato con il conseguente miglioramento della qualità di vita per le comunità”.

La fatibilità tecnich economica de n nef coleament de la ferata anter Trent e Cianacei, a chela che ge vegn dit “Ferata de la Veisc”, vegnù fora anter la proponetes endèna l debatit, sarà l pont prinzipèl de n studie che vegnarà fat da Rei Ferata Talièna en colaborazion co la Provinzia autonoma de Trent. Chest tant l vegn pervedù dal schem de convenzion anter i doi sogec e l é stat aproà da la Jonta, tras na deliberazion portèda dant dal president de la Provinzia Maurizio Fugatti. “Ence con chesta neva cordanza l esecutif l se desmostra ascort a la domanes del teritorie, col endrezèr na fasa de valutazion e de studie tecnich dintornvia l met de fèr na opera con potenzialitèdes de sort strategica e che la podessa aer fazion te desvalives ambic – chest à dit l president Fugatti. Per ejempie la mobilità e l turism sostenibol, n coleament mior anter la valèdes e l capolech a favor di enciasé e di vijitadores, estra che smendrèr l trafich su na strèda olache passa sacotenc mesi miora la calità de la vita per la comunitèdes”.

(foto: Archivio Ufficio stampa PAT – Foto Matteo Rensi)