Home Rubriche Notizie Cimbre LUSERNA, TORNA IL SIMPOSIO DI SCULTURE IN LEGNO

LUSERNA, TORNA IL SIMPOSIO DI SCULTURE IN LEGNO

52

Fino al 30 giugno Luserna ospita il simposio di sculture in legno “In hèrtz von holtz”, giunto alla terza edizione.
A promuoverlo è l’Istituto Cimbro con il sostegno della Regione Trentino Alto Adige–Südtirol, di Alpe Cimbra e della Magnifica Comunità degli Altipiani cimbri. Partecipano 5 artisti del legno, che realizzeranno altrettante sculture dedicate al tema dei mestieri di un tempo e agli animali della fauna locale. Le opere andranno poi andranno ad arricchire 2 dei 4 sentieri tematici cimbri.
“Dopo il successo delle scorse edizioni – ha commentato Fiorenzo Nicolussi Castellan, collaboratore culturale dell’Istituto culturale cimbro – quest’anno abbiamo scelto di completare il Sentiero della Primavera – Dar staige von långez. Questo itinerario, il più breve di tutti con i suoi 2,6 chilometri e i muretti a secco a picco sulla Val d’Astico, passa sotto il paese e racconta gli antichi mestieri dei cimbri, i cosiddetti Zymmerman, boscaioli bavaresi giunti sull’Altopiano all’inizio del XI secolo. Oltre alle figure del boscaiolo e dell’artigiana merlettaia realizzate nel Simposio 2023, quest’anno una scultura sarà dedicata all’attività dell’apicoltore. Altri artisti esploreranno invece al tema della fauna minore con formiche, chiocciole, le api e la salamandra atra aurorae, Goldane Ekkelsturtz in cimbro di Luserna, che vive solo nella vicina Val d’Assa. Queste sculture invece, troveranno spazio lungo il sentiero sulle Tracce dell’Orso – Nå in tritt von per”.

I cinque artisti sono Corrado Clerici, Lidia Rosińska e Ugo Carli Castelar, Gianluigi Zeni e Manuel Rossi. Hanno a disposizione un tronco di larice abbattuto dalla tempesta Vaia, oppure di cedro, dal diametro di circa 50 centimetri e altezza di circa 180 centimetri, motoseghe, seghetti, scalpelli e tanta maestria.

(foto: Istituto Cimbro di Luserna).