Home Rubriche Notizie Cimbre ASSENZIO, CUMINO E MALVA: ECCO LE PIANTE CURATIVE CHE SI USAVANO NELLE...

ASSENZIO, CUMINO E MALVA: ECCO LE PIANTE CURATIVE CHE SI USAVANO NELLE CASE DI LUSERNA

36

Conoscete quali sono gli usi e le proprietà della malva oppure del cumino? E sapete per cosa veniva utilizzato l’assenzio? Lo potete scoprire visitando la mostra “Piante selvatiche e noi”, esposta al museo di Luserna.
A raccontare le erbe e le piante che crescono sugli altipiani cimbri è l’esperta Gisella Nicolussi. “L’assenzio è una delle piante officinali immancabile – in passato – nelle case di Luserna in passato. Cresceva lungo i muri e i margini delle strade ben esposti al sole, ma ora sta scomparendo. Veniva raccolto prima della completa fioritura ed appeso in soffitta ad essiccare. L’infuso di assenzio veniva utilizzato in caso di indigestione, o per l’ossiuriasi infantile (i vermi intestinali). Ha una certa tossicità: mai eccedere nei dosaggi. Inoltre, l’assenzio non deve mai essere assunto dalle donne in gravidanza”.

Altra erba regina sulle tavole di Luserna è la malva. “Cresce ovunque, dal fondovalle fino in montagna. La più diffusa è la malva neglecta. Si utilizza l’infuso per curare la cistite o il bruciore allo stomaco. Ai bambini piaceva mangiare i semi della malva, che assomigliano ad una minuscola rosetta di pane” spiega Nicolussi.

Il cumino cresce nei prati e lungo i sentieri che portano nei boschi. “Dopo averlo raccolto – racconta Gisella Nicolussi – si fa essiccare nelle soffitte. Si usano i semi in particolare in caso di aerofagia o meteorismo. E’ anche una pianta molto digestiva. Si usa per insaporire carni e crauti”.