Home Notizie CHICO FORTI AVREBBE CHIESTO L’AIUTO DEI CLAN MAFIOSI PER “ZITTIRE” TRAVAGLIO E...

CHICO FORTI AVREBBE CHIESTO L’AIUTO DEI CLAN MAFIOSI PER “ZITTIRE” TRAVAGLIO E LUCARELLI

162

La Procura di Verona ha aperto un’inchiesta sulle dichiarazioni di un detenuto del carcere di Montorio secondo il quale Chico Forti lo avrebbe avvicinato chiedendo di metterlo in contatto con qualche esponente della ‘ndrangheta per mettere a tacere Marco Travaglio e Selvaggia Lucarelli.

Il trentino è detenuto nello stesso penitenziario dopo l’estradizione dagli Stati Uniti dove era stato condannato per un omicidio di cui si è sempre professato innocente.

I due giornalisti avevano criticato l’enfasi data al suo rientro e la disparità di trattamento tenuta nei confronti di Forti.

Il Fatto Quotidiano, diretto da Travaglio, aveva titolato “Benvenuto assassino”.

Anche i detenuti del carcere avevano espresso malcontento per il trattamento definito di favore osservato per Forti.

Da capire se quanto è emerso sia frutto di questo clima o se ci sia fondamento.

Il procuratore della Repubblica di Verona , Raffaele Tito, ha confermato al Corriere della Sera l’avvio di un indagine.