Home Notizie TRENTO, COLDIRETTI IN PIAZZA CONTRO ORSI E LUPI

TRENTO, COLDIRETTI IN PIAZZA CONTRO ORSI E LUPI

107

Più misure per proteggere gli alpeggi dai grandi carnivori e meno burocrazia per le imprese agricole.
Sono le richieste principali della manifestazione organizzata questa mattina da Coldiretti del Trentino-Alto Adige in piazza Dante, a Trento.
Oltre 1000 gli agricoltori presenti in piazza, con mezzi agricoli e animali.

Al primo posto rimane la questione della gestione della fauna selvatica. Coldiretti chiede alle Istituzione la modifica della direttiva comunitaria Habitat, che ancora pone il lupo e questi animali tra le specie altamente protette. “Dobbiamo anche lavorare sulla gestione delle malghe in stretta sinergia con Provincia e Comuni, mettendo al centro il ruolo dell’agricoltore come gestore e tutore del
territorio”.

Presenti in piazza anche alcuni esponenti della Giunta provinciale e delle minoranze del Consiglio provinciale di
Trento. “Da una parte quindi stiamo informando e formando tutta la comunità trentina sui comportamenti – ha detto l’assessore Failoni – dall’altra parte stiamo mettendo in atto tutti gli interventi concessi dalla direttiva Habitat e dal Pacobace: le trappole tubo sono posizionate e ci auguriamo di poter radiocollarare al più presto gli animali confidenti, che sono già cinque, sei”.

Nel corso della mobilitazione è proseguita la raccolta firme per dire basta ai cibi importati e camuffati come italiani estendendo l’obbligo dell’indicazione di origine in etichetta a tutti i prodotti alimentari in commercio nell’Ue.
Obiettivo? Raggiungere un milione di firme.

(Foto da Ufficio stampa PAT)